La dieta per ottenere una pelle luminosa

Home/nutrizione/La dieta per ottenere una pelle luminosa

La dieta per ottenere una pelle luminosa

Skincare a parte, la luminosità della pelle è data da un mix di “fattori interni” quali: alimentazione, ossigenazione delle cellule, detox, eliminazione delle tossine e persino dal tasso di emoglobina (è quest’ultimo che apporta l’ossigeno all’epidermide, contribuendo a renderla meno grigiastra).

Ecco che creme idratanti, sieri e tonici di certo illuminano la pelle, ma senz’altro aumenteranno le loro performance se supportati da una dieta corretta. Composta cioè dai cibi “apportatori di luce” al viso.

Alimenti ricchi di licopene

Potente antiossidanteappartenete alla famiglia dei carotenoidi. Combatte iradicali liberi che con l’avanzare dell’età ossidano le cellule: gli effetti sono colorito spento e grigiastra.

Al pari delle vitamine, il licopene non può essere formato naturalmente dal nostro organismo: va così introdotto con la dieta.

La sua fonte principale è il pomodoro, soprattutto cotto. Nell’immagine, altre fonti di questo preziosa sostanza nutritiva.

Omega-3, benefici per la pelle

Uno studio internazionale pubblicato sul Journal of American College of Nutrition ha scoperto che le persone che nel corso della vita hanno seguito diete ad alto contenuto di pesce e frutti di mare avevano meno rughe della pelle.

Ciò potrebbe dipendere dal fatto che acidi grassi Omega-3 presenti nel pesce e frutti di mare rallentano il processo di formazione di “grinze” della pelle. Lo sviluppo delle rughe è uno degli esiti dell’infiammazione cellulare: secondo gli studiosi, le sostanze chimiche infiammatorie agiscono sul collagene, come se fossero pioggia acida. Gli Omega-3 abbassano il potere distruttivo delle molecole infiammatorie, e quindi contribuiscono a mantenere la pelle sana.

Betacarotene per un colorito tutta salute

Il betacarotene è il precursore della vitamina A, un pigmento di color arancio che si trova in molta frutta e verdura; aiuta la pelle a proteggersi dalle scottature, ed essendo parte della famiglia dei carotenoidi, è anche un potente antiossidante, quindi combatte i radicali liberi, quelli che causano l’invecchiamento delle cellule.

Contenuto in grande quantità nelle carote, da cui prende il nome, è presente anche nella zucca, nei peperoni gialli e nelle patate dolci; essendo un colorante naturale, si trova dunque in tutti quelli alimenti dalla polpa giallo-arancio, quindi anche in mango, meloni, pesche e albicocche.

Vitamina C, illuminante naturale

La vitamina C è benefica per la pelle perché ha una significativa azione antiossidante, stimola la rigenerazione dei tessuti e promuove la sintesi del collagene, la proteina con funzione di sostegno che mantiene tonica la cute. Grazie alle sue qualità antistaminiche, poi, la vitamina C è un rimedio naturale utile contro l’orticaria e per prevenire o contrastare le allergie, che possono provocare anche fastidi dermatologici, quali pelle arrossata e prurito a viso e occhi. Gli agrumi sono forse i primi alimenti che si associano a questa sostanza, ma buone quantità di vitamina C si trovano anche in kiwi, fragole e frutti di bosco, melone, mele, pomodori, peperoni, cavoli, broccoli, asparagi, spinaci.

Frutti rossi per migliorare il microcircolo

Sono ricchi di antocianine, sostanze che appartengono ai flavonoidi, una vasta classe di antiossidanti naturali. Combattono quindi i radicali liberi e, poiché migliorano persino la microcircolazione sanguigna, aiutano a ossigenare e a nutrire la pelle. Riconoscere i frutti e gli ortaggi ricchi di antocianine è semplice: questi composti impartiscono ai vegetali una caratteristica colorazione che va dal rosso-violaceo al blu. Tra gli alimenti ricchi di antocianine, tutti sanissimi, meritano una menzione speciale le melanzane e i mirtilli.

Nella buccia delle melanzane si concentra una delle sostanze naturali più potenti contro lo stress ossidativo, mentre i mirtilli hanno proprietà e benefici che si riflettono non solo sulla pelle ma anche su circolazione, vista e vie urinarie.

Frutta secca per nutrire la pelle

Contiene elevate quantità di vitamina E, uno dei più potenti antiossidanti naturali, in grado di difendere le membrane cellulari dai radicali liberi, i principali responsabili dell’invecchiamento e quindi anche di rughe e altri inestetismi cutanei. Le più importanti fonti alimentari di vitamina E sono l’olio extravergine di oliva, il germe di grano (ossia l’embrione della pianta di frumento, che in genere si assume sotto forma di integratore alimentare, ma che potete assicurarvi anche mangiando pane e pasta di grano integrali), la frutta in guscio(soprattutto mandorle, noci e noccioline), l’avocado, gli spinaci.

Cereali integrali per una bella pele

Mangiare cibi a basso indice glicemico ci aiuta a evitare i picchi glicemici che ci spingono a mangiare dolci e cibi calorici, tutti a danno della pelle. Scegliere cereali integrali rispetto alle versioni bianche di pane, riso e pasta ridurrebbe le manifestazioni acneiche mantenendo stabile il tasso di insulina. Un eccessivo apporto di insulina aumenterebbe invece la produzione degli androgeni, ormoni responsabili della formazione di brufoli e foruncoli.

By | 2018-01-08T08:46:47+00:00 gennaio 8th, 2018|nutrizione|0 Comments